Gli inizi e Fungus Amongus

Il cammino dei futuri componenti della band iniziò alla fine degli anni ottanta a Calabasas, in California, quando Brandon Boyd e Jose Pasillas si trovarono a frequentare la stessa classe nella scuola elementare. I due divennero subito ottimi amici e si ritrovarono insieme anche alle scuole medie, dove conobbero Mike Einziger. I tre cominciarono così a suonare insieme e ben presto a loro si unì anche Alex Katunich, cacciato poco prima dalla jazz band della scuola perché non sapeva leggere gli spartiti musicali.
I quattro cominciarono così ad esibirsi durante le manifestazioni scolastiche, dove proponevano una scaletta composta principalmente da cover dei Metallica e dei Megadeth. Dopo qualche mese i nostri decisero di mettere da parte le cover e di cominciare a scrivere delle canzoni originali. Il primo brano in assoluto della band fu Love Sick, a cui fecero seguito Purple Kool-Aid, Sylvester Polyester, My Soul (The Underground), e The Milkman Song.
Sempre nel 1991 la band cominciò a suonare nei party dei loro compagni di scuola. Non avendo però ancora un nome, decisero che era arrivato il momento di averne uno. Brandon disse loro che il nome doveva essere qualcosa di estremo, e propose Spiral Staircase. Altri nomi proposti furono Chimera e Chunk-O-Funk, proposto da Alex. Il nome Incubus lo si deve a Mike, che, Thesaurus alla mano, trovò il termine e ne lesse la definizione ai compagni che, entusiasti, decisero di chiamarsi così.
Secondo testimoni la prima esibizione come Incubus fu un disastro, ma i nostri non si arresero e nei successivi due anni continuarono a scrivere, e di quel periodo ricordiamo Damnation? e Miss Bliss. I nostri non perdevano occasione di esibirsi e nel 1993 cominciarono a passare dai party scolastici ai club della San Fernando Valley, arrivando a locali come il Whisky a Go Go, The Roxy ed il Trobadour, situati sulla famosa Sunset Strip di Los Angeles.
Un anno dopo la band pubblicò il primo demo, su musicassetta, intitolato Closet Cultivation e contenente 3 brani. Il 7 Gennaio 1995 venne pubblicato un secondo demo, intitolato semplicemente Incubus e contenente 5 brani, di cui 4 originali. Nel novembre dello stesso anno Gli Incubus pubblicarono il primo studio album per la loro etichetta indipendente, intitolato Fungus Amongus e prodotto da Jim Wirt. Fu proprio durante una delle performance promozionali in giro per la California, e per la precisione al Cody di Los Angeles, che i nostri incontrarono Gavin Koppell, conosciuto anche come DJ Lyfe, che chiese ai ragazzi di entrare nella band dicendo loro di essere convinto che l’unione tra la loro musica ed il suo hip hop avrebbe creato una mistura esplosiva. La band inizialmente fu molto scettica, ma alla fine, dopo un concerto di prova chiesero a Koppell di entrare a far parte del gruppo.
La notorietà della band continuò a crescere, e ben presto molte case discografiche cominciarono ad interessarsi a loro. Alla fine la spuntò la Immortal Records, responsabile, tra l’altro, del successo dei Korn. La casa discografica pubblicò il loro primo EP, Enjoy Incubus, il 7 gennaio 1997, e cominciò un piccolo tour con altri gruppi per promuovere il disco. La notorietà però giunse con Life is Peachy Tour, dove insieme agli Urge fecero da spalla ai Korn in un tour mondiale che li portò per la prima volta anche in Europa. Nel luglio dello stesso anno poi venne pubblicato il singolo Familiar, contenuto nella colonna sonora del film Spawn.

S.C.I.E.N.C.E. e Make Yourself

Dopo aver terminato il tour con i Korn gli Incubus rilasciarono il loro secondo album, S.C.I.E.N.C.E. , il 9 settembre 1997. Per promuovere il nuovo lavoro la band iniziò un tour negli States con 311 e Sugar Ray. La risposta del pubblico fu incredibile, e così i 311 chiesero agli Incubus di partecipare anche alle date oltreoceano del tour.
A febbraio dell’anno successivo ci fu un cambiamento tra i componenti della band: DJ Lyfe venne infatti allontanato dal gruppo, reo di compromettere la stabilità e la produttività degli Incubus. Al suo posto, su suggerimento di un amico comune, venne contattato Chris Kilmore. I nostri rimasero positivamente colpiti dallo stile di Kilmore e così gli chiesero di unirsi al gruppo. Lo stesso anno gli Incubus parteciparono dapprima all’Ozzfest e poi alle ultime 4 date del Family Values Tour con Korn, Limp Bizkit, Orgy, Rammstein e Ice Cube, dove sostituirono lo stesso Ice Cube e poi, durante l’inverno, andarono in tour con i System of a Down e gli Ultraspank.
Nel 1999 i nostri tornarono in studio per lavorare sul nuovo album, Make Yourself, che venne pubblicato il 26 ottobre 1999. Il primo singolo estratto dall’album fu Pardon Me, che però inizialmente fu snobbato dalle principali radio statunitensi. Brandon e Mike, durante alcune ospitate in radio, eseguirono una versione acustica del brano, che piacque molto e che cominciò ad essere passata anche nelle stazioni radio che inizialmente erano scettiche, arrivando ad essere trasmessa addirittura alla famosa radio californiana KROQ-FM.
L’interesse nei confronti del brano crebbe, e così gli Incubus ne realizzarono un video e pubblicarono l’EP When Incubus Attacks (Vol. 1) il 22 agosto 2000, in cui inserirono la versione acustica di Pardon Me realizzata in precedenza, molto apprezzata dai fans. L’EP vendette 40.000 copie nella prima settimana di pubblicazione.
Le vendite di Make yourself intanto continuavano ad andare forte, e l’album fu certificato Oro (500.000 copie vendute) nell’aprile 2000 e Platino (1.000.000 di copie vendute) nell’ottobre 2000. Dall’album venne estratto un altro singolo, Stellar, che entrò da subito nella programmazione di MTV e raggiunse le prime posizioni della Billboard Modern Rock Charts. Nel novembre dello stesso anno, precisamente il 7, venne ripubblicato Fungus Amongus.
L’inizio del 2001 vide la pubblicazione del terzo singolo tratto da Make Yourself, Drive, che raggiunse il primo posto della Billboard Modern Rock Charts, contribuendo a far aumentare a dismisura la loro fama. I nostri fecero quindi una breve pausa nei primi mesi del 2001, ritrovandosi in seguito in una casa sul mare di Malibu, dove cominciarono a lavorare sul loro nuovo disco, Morning View.

Morning View e A Crow Left of the Murder

Quell’estate la band tenne molti concerti: dapprima si spostarono in Europa con gli Hundred Reasons, vennero quindi invitati all’Area 1 Festival, dove suonarono con Moby, Outkast, The Roots, Paul Oakenfold, Carl Cox e Nelly Furtado. Suonarono poi per la prima volta in Giappone ed Australia ed alla fine ritornarono negli States per il tour con i loro amici californiani Hoobastank. Durante il tour venne pubblicato, il 21 agosto, il primo singolo tratto dal nuovo lavoro, Morning View. Il brano in questione era Wish You Were Here, che nel giro di pochi giorni raggiunse la seconda posizione nella Billboard Modern Rock Charts. Il video per il singolo fu rilasciato a fine settembre, rieditato per renderlo più appetibile dopo la tragedia dell’11 settembre.
Morning View venne quindi ufficialmente pubblicato il 23 ottobre 2001, entrando direttamente nella seconda posizione della Billboard top 200. L’album fu certificato platino a dicembre, e nello stesso mese venne pubblicato il dvd When Incubus Attacks (Vol.2), contenente i video di Take Me to Your Leader, A Certain Shade of Green, Pardon Me, Stellar, Drive, I Miss You, Anti-Gravity Love Song e molti contributi live della band.
Il 2002 iniziò con ben 4 singoli in classifica: Drive al 9° posto, Stellar al 12°, Wish You Were Here al 20° e Nice To Know You al 75°, singolo che venne lanciato poco dopo l’inizio dell’anno. I nostri si imbarcarono quindi in un tour europeo insieme a 311 e Hoobastank, tornarono negli States per esibirsi ad MTV ed allo show di Jay Leno e si spostarono poi in Giappone ed Australia, ed è proprio a Sydney che girarono il video di Warning, terzo singolo estratto da Morning View. Il 29 maggio la band pubblicò il dvd Morning View Sessions, live show registrato a New York, mentre in autunno venne pubblicato il quarto singolo estratto da Morning View, Circles.
In occasione del loro tour autunnale, gli Incubus pubblicarono una limited edition di Morning View. Questa versione conteneva un DVD intitolato Morning After View Session, e conteneva, oltre a dietro le quinte e contributi live, anche la versione inglese del video di Are You In?. L’ultimo concerto dell’anno, tenutosi il primo novembre, chiuse in un certo senso un’era: fu l’ultimo del Morning View Tour e fu anche l’ultimo del bassista Alex "Dirk Lance" Katunich, che lasciò la band per divergenze artistiche. Al suo posto subentrerà Ben Kenney, già chitarrista dei The Roots, che inizialmente collaborò con Mike Einziger nei Time Lapse Consortium.
All’inizio del 2003 la band si riunì per scrivere il loro nuovo disco. Tuttavia agli inizi di febbraio, in un’ottica di cambiamento, i nostri decisero di rinegoziare il contratto che li legava alla Epic/Immortal: secondo loro infatti i proventi dei dischi dedicati ai membri della band erano irrisori rispetto a quelli spettanti alla Sony, proprietaria dell’etichetta. La cosa finì in tribunale e le due parti, l’11 aprile, trovarono infine un accordo contrattuale. Qualche giorno prima, esattamente il 3 aprile, la band aveva rilasciato un comunicato ufficiale dove annunciarono l’uscita di Dirk Lance dal gruppo e l’ingresso di Ben Kenney come bassista ufficiale.
La prima performance ufficiale di Ben fu al Lollapalooza Festival, dove la band suonò con Jane’s Addiction, Audioslave, Jurassic 5 ed i Queens of the Stone Age. Durante il festival vennero suonate due nuove canzoni, Megalomaniac e Pistola. Una terza, Talk Shows on Mute, venne suonata per la prima volta in occasione della raccolta fondi organizzata da Neil Young per la Bridge School, a cui parteciparono anche Crosby, Stills, Nash e Young, Willie Nelson, Pearl Jam, Counting Crows, Wilco, Dashboard Confessional, e molti altri.
Nel dicembre del 2003 terminarono le registrazioni del nuovo album, intitolato A Crow Left of the Murder e prodotto da Brendan O’Brien, ed il 15 dicembre venne pubblicato il primo singolo, Megalomaniac, che causò qualche problema alla band: la canzone ed il relativo video vennero visti da alcuni come un attacco all’amministrazione Bush dell’epoca, e così MTV ne proibì il passaggio durante il giorno. Successivamente la band spiegò che il video non era indirizzato ad una sola persona ma piuttosto un attacco alla negatività ed alle cattive abitudini delle persone.
Un paio di mesi dopo, esattamente il 3 febbraio 2004, A Crow Left of the Murder venne pubblicato, e quasi subito venne pubblicato il secondo singolo, Talk Shows on Mute, il cui video fu chiaramente ispirato dal libro La Fattoria degli Animali di George Orwell. Per promuovere il disco gli Incubus partirono per un lungo tour mondiale, ed è proprio durante questo tour che registrarono il famoso concerto che sarebbe poi finito nel DVD Alive at Red Rocks. Insieme al DVD venne incluso un cd bonus che conteneva Pantomime, Follow, Monuments and Melodies più le versioni live di Circles e Are You In?.
Terminato il tour promozionale, la band tornò in studio nella primavera del 2005 insieme a Brendan O’Brien. Qualche mese dopo, a luglio, vennero pubblicate tre nuove canzoni: Make a Move, Admiration e Neither of Us Can See, facenti parte della colonna sonora del film Stealth.

Light Grenades e If Not Now, When?

Nel gennaio del 2006 la band cominciò a pubblicare dei podcast in cui si parlava del tour sudamericano appena concluso, in cui si davano anticipazioni sul nuovo disco e dove vennero pubblicati dei pezzi inediti, come una cover di Black Hole Sun dei Soundgarden ed un mash-up di Drive con la canzone Better Dayz di Tupac Shakur. Nell’agosto 2006 gli Incubus annunciarono la prossima pubblicazione del loro nuovo album, intitolato Light Grenades, prodotto da Brendan O’Brien. L’album uscì il 28 Novembre ed entrò direttamente nella posizione numero 1 della Billboard 200. Il primo singolo ad essere pubblicato fu Anna Molly, che riscosse un grande successo. Il secondo singolo ad essere lanciato fu Dig, e la band lanciò un contest intitolato I Dig Incubus, che invitava i fans a realizzare un video per Dig, che sarebbe poi diventato quello ufficiale. Il vincitore del contest fu Carlos Kaamuz Oliveira.
La band, nei primi mesi del 2007, iniziò il tour promozionale, dapprima negli States, dove suonò in piccole location, per poi spostarsi in Europa, Medio Oriente ed America del Sud. durante il tour però Mike Einziger, che soffriva di sindrome da tunnel carpale, ebbe non pochi problemi e così la band fu costretta ad annullare molte date del tour, cosa questa che permise a Mike di tornare a Los Angeles per operarsi. La convalescenza durò qualche mese e così, nell’autunno 2007, la band recuperò le date europee e sudamericane che erano state posticipate. Nel novembre dello stesso anno venne pubblicato il DVD Look Alive, contenente registrazioni effettuate nel corso del Light Grenades Tour. Il DVD uscì in due versioni, una della quale conteneva un cd con pezzi originali, scritti da Mike Einziger, ed altri brani live.
La prima metà del 2008 fu piena di appuntamenti per la band: dapprima si spostarono in Nuova Zelanda e quindi in Australia, dove parteciparono al Soundwave Festival. Quindi girarono in tour tutta l’Asia. Nell’aprile del 2008 si esibirono prima in Costa Rica, insieme agli Smashing Pumpkins ed ai Duran Duran, e quindi in Venezuela. In estate poi tornarono nel continente europeo, dove parteciparono tra l’altro, al Rock am Ring ed al Rock im Park Festival in Germania, al Nova Rock Festival in Austria, al Pinkpop Festival in Olanda ed al Download Festival in Inghilterra.
Nel giugno dello stesso anno Brandon Boyd, in un’intervista rilasciata a Billboard.com, annunciò che la volontà dei componenti della band di prendersi un periodo di pausa per permettere a ciascuno di loro di perseguire i propri obiettivi personali, e così Brandon e Mike ripresero a studiare, Josè si dedicò alla famiglia, Ben e Kilmore si dedicarono alla produzione di nuovi pezzi.
L’11 marzo 2009 gli Incubus, con un comunicato ufficiale sul loro sito web, annunciarono la pubblicazione del loro primo greatest hits, intitolato Monuments and Melodies. Il primo singolo, un brano inedito intitolato Black Heart Inertia, venne pubblicato il 7 aprile, mentre l’album fu pubblicato il 16 giugno, ed era composto da due cd: il primo, oltre ai maggiori successi della band, conteneva il già citato Black Heart Inertia e Midnight Swim, entrambi inediti; il secondo invece conteneva brani non ufficialmente rilasciati negli album precedenti. Dopo l’uscita della compilation, gli Incubus cominciarono un tour su suolo americano.
L’anno seguente, ed esattamente il 6 luglio 2010, la band annunciò ufficialmente l’inizio dei lavori per la realizzazione del nuovo album. Ad ottobre gli Incubus tennero una serie di concerti in Sud America, dove suonarono per la prima volta il brano Surface to Air, mentre a marzo dell’anno successivo venne annunciato che il nuovo album era completato. il nome del nuovo lavoro, If Not Now, When?, venne annunciato da Steve Rennie, manager della band, il 2 aprile, ed aggiunse anche che l’uscita dell’album era stata fissata per il 12 luglio 2011.
Il primo singolo estratto dal nuovo album fu Adolescents, che venne pubblicato in streaming sul sito ufficiale della band il 4 aprile, e poco dopo fu annunciato che gli Incubus sarebbero andati in tour per 18 mesi per promuovere il disco. La macchina promozionale non si limitò al solo tour: venne lanciato un nuovo sito web chiamato Incubus World Headquarters, un vero e proprio social network dove fan da tutto il mondo si incontrarono e poterono assistere alle esibizioni live della band. Dopo il tour mondiale, gli Incubus tornarono ad esibirsi negli States nel 2012, in occasione dell’Honda Civic Tour insieme ai Linkin Park. Finito il tour, la band decise di prendere un’altra pausa, per permettere ai vari componenti di lavorare sui propri progetti personali. Nell’agosto del 2013 la band annunciò un nuovo tour che toccherà varie località del Sud America.

Cerca nel sito

Segui Incubus Italia

Segui la Band

Seguici su Twitter

JSN Epic template designed by JoomlaShine.com