Il nostro Incufriend Alessio Bazzichi ha assistito, lo scorso 13 febbraio, all'esibizione dei Sons of the Sea presso il Belasco Theater di Los Angeles, in California. Questo è il resoconto della serata che Alessio ci ha inviato, corredato da splendide foto della serata da lui scattate. Buona Lettura!

Tutto iniziò quando io e un mio amico decidemmo di organizzare un viaggio in California. Per vari motivi personali il periodo del viaggio cascava di Febbraio ed essendo un grande Fan di Brandon Boyd ero a conoscenza di un piccolo tour della sua nuova band “Sons of the Sea” in giro per gli Stati Uniti. Così decisi di dare un’occhiata alle date del Tour e casualmente vidi che il 13 Febbraio si sarebbero esibiti a Los Angeles che appunto era la città in cui saremmo atterrati con l‘aereo. Il periodo del nostro viaggio era proprio quello, così decisi di non perdere quest’occasione irripetibile e così prenotammo il volo per il 12 Febbraio.
Arrivammo a Los Angeles il 12 pomeriggio ed abbiamo usato il resto del giorno per rilassarci. Il giorno seguente ci sarebbe stato il grande evento. Ancora non riuscivo a crederci, un pò per il fatto stesso di essere in California e un pò perché mai mi sarei aspettato di vedere il mio idolo live proprio nella sua terra natale. Un sogno che stava per avverarsi. 
Arrivammo verso le 8.15 p.m. (causa traffico intenso) fuori dal Belasco Theater e subito mi meravigliai nel vedere come tutte le persone in attesa di entrare per il concerto stessero in fila indiana sul marciapiede in maniera super ordinata. Una fila lunga almeno 150 metri. Anche noi ci mettemmo in coda e dopo circa un quarto d’ora si aprirono le porte e piano piano riuscimmo ad entrare. Il Belasco Theater si presentò come luogo molto particolare e suggestivo, sembrava quasi fatto apposta per ospitare Brandon e Company.

Belasco Teather

Dopo circa mezz’ora il locale era ormai quasi pieno e iniziò a suonare Dj Kilmore, altro componente degli Incubus, per intrattenere il pubblico in attesa dei Sons of the Sea. la gente iniziò a scaldarsi con i ritmi hip hop di Kilmore e per la gioia di tutti i presenti verso la fine del “set” ci sparò “Battlestar Scralatchtica”.

Finito il turno di Kilmore, giusto il tempo di preparare il palco e sono quindi saliti sul palco i Sons of the Sea. Brandon e soci partirono subito con la bellissima ‘Wild Trapeze’ e subito a seguire la nuova ‘Jet Back Crow’, direi un apertura impeccabile. Brandon era in ottima forma e la sua voce che, a mio parere, è molto meglio live che sul disco, incantò tutto il pubblico. La band continuò, alternando brani del primo album solista, Wild Trapeze, e le nuove dei SOTS. Non mancarono le splendide ‘Runaway Train’ e ‘Courage and Control’ e le nuove ‘Come Together’ e la mia preferita ‘Lady Black’. Dal pubblico arrivò un “Happy Birthday Brandon” azzeccatissimo visto che due giorni dopo sarebbe stato il suo compleanno e lui ovviamente commosso ringraziò, è stata una scena piacevole. Non mancò lo “spogliarello” di Brandon che scalda sempre l’animo delle ragazze presenti.
Dopo la pausa i nostri ripartirono con la travolgente ‘Great Escape’ e quindi chiusero con ‘Where All the Songs Come From’.
In conclusione direi che è stato un live impeccabile, bella la scaletta, belle le interpretazioni e gli arrangiamenti un pò rivisitati dei vecchi pezzi di ‘Wild Trapeze’ (‘Courage and Control’ e ‘Here Comes Everyone’ sono state magiche), mentre i nuovi pezzi suonano bene dal vivo. Belle le luci che giocavano molto con il pannello di sfondo e creavano un atmosfera bellissima, ottimo il sound, un live che univa effetti sonori e visivi in un travolgente tutt’uno, che creava un qualcosa di perfetto. 
Vi consiglio, se avrete l’opportunità in futuro, di andarlo a vedere senza esitare. Il live merita, è unico e raro. Io ho avuto questa fortuna e sono felice di esserci stato.

SETLIST

The Wild Trapeze
Jet Black Crow
Space and Time
Dance While the Devil Sleeps
Come Together
Untethered
Runaway Train
Courage and Control
Avalanche
Here Comes Everyone
Last Night a Passenger
Lady Black 

Encore:
The Great Escape
Where All the Songs Come From

GALLERY

sons of the sea 24sons of the sea 3
sons of the sea 4sons of the sea 6
sons of the sea 5
sons of the sea 7sons of the sea 8
sons of the sea 9sons of the sea 10
sons of the sea 11
sons of the sea 13sons of the sea 12
 

VIDEO

 


 

Grazie di cuore ad Alessio per il resoconto, per le foto e per i video!

Cerca nel sito

Segui Incubus Italia

Segui la Band

Seguici su Twitter

JSN Epic is designed by JoomlaShine.com