Nome: Jose Antonio Pasillas II

Nella Band: Batterista

Nato il: 26 Aprile 1976

A: Calabasas (CA)


Risiede a : Los Angeles (CA)

hobbies: oltre alla musica la grande passione di Jose è il disegno.

 


Biografia:

Josè Antonio Pasillas II ha cominciato a suonare la batteria nel 1990, praticamente quando gli Incubus stavano fondando la band. "Prima di allora suonavo la batteria nell'aria da 2 anni...” - Racconta nella biografia da lui stesso scritta - “...ed ero abbastanza bravo!, era uno spettacolo sorprendente e mi sembrava come se sapessi veramente suonare...”. Afferma anche che il ritmo, la musicalità erano già innati dentro lui, ascoltare musica è sempre stato un istinto naturale e con la batteria ha avuto la sensazione fin da subito che fosse lo strumento per esprimere tutto ciò, come se gli appartenesse da sempre.
 
Josè, figlio di un ingegnere e di un'estetista, è cresciuto a Calabasas,in una grande famiglia di origine messicana, circondato da numerosi cugini, parenti  tra cui la madrina, che l'ha sempre incoraggiato ad assecondare le sue inclinazioni artistiche, lui menziona spesso di aver avuto, fin da  piccolissimo, sempre a disposizione carta, matite, pennarelli e quant’altro, passando così molto tempo a disegnare. Di pari passo con la musica, infatti, Josè ha sempre avuto un interesse molto forte per l'arte.
Unico 'latino' del quartiere, ha avuto qualche difficoltà di tipo raziale, si sentiva spesso fuori luogo e poco accettato.
Alle elementari ha conosciuto Brandon, diventando amici e trascorrendo molto tempo a giocare e crescere insieme. Due anni dopo incontrano Mike alle medie e  Alex (Aka Dirk Lance) al liceo.
I tre (Josè, Mike e Alex) iniziano a suonare per divertimento, esibendosi anche ad un paio di feste. Mike e Alex amavano molto bands come i Metallica o Megadeth così Josè, anche se non era esattamente il suo genere, imparò a suonare esercitandosi proprio su quel tipo di tracce musicali.  Un paio di mesi dopo si unì a loro anche Brandon ed iniziarono a comporre la propria musica, suonando durante tutto il periodo delle superiori e continuando anche dopo il diploma.
 
Nonostante Josè sia sempre stato molto legato ai genitori, come per tutti gli adolescenti, il rapporto con essi ha avuto momenti difficili, specie quando scelse di seguire la sua passione per la musica, invece di studiare per intraprendere un tipo di professione che rendesse il suo futuro meno incerto, la famiglia pensava per lui ad una carriera sportiva nel baseball o nel soccer, in cui eccelleva, ma lui continuò a proseguire per la sua strada, studiare arte, surfare, andare sullo skateboard, vestirsi come più gli piaceva, farsi tatuaggi e soprattutto voler diventare un musicista.
A 15 anni ebbe il suo primo strumento, “una pessima batteria ed un vecchio sgabello da cucina su cui sedermi” racconta Josè,  rimpiazzato da una seduta adatta, regalo del vicino di casa, tale Stephen Adler: batterista e membro fondatore dei Guns 'n Roses, che un giorno irruppe in casa Pasillas mentre facevano colazione e chiese a Josè di mostrargli la batteria, e di fargli vedere cosa sapeva fare. Una grande opportunità per il ragazzo che apprese molto dalle volte che Adler gli fece visita per suonare con lui.
Probabilmente queste sono le uniche lezioni che Josè abbia mai avuto, tiene con giusto orgoglio a precisare che non ha mai avuto una formazione musicale vera e propria, a proposito di questo, dice:  “ Non aver preso lezioni in tutti questi anni ha i suoi lati positivi e negativi...ma penso più positivi! Sfortunatamente "Disciplina" non è la parola che assocerei col mio modo di suonare. Ho imparato a suonare studiando i miei musicisti preferiti (Stuart Copeland, Tim Alexander, Chad Sexton, ecc...) e ascoltando molti stili musicali, che penso sia il modo migliore per migliorare la tecnica e il suono. Ho visto e sentito così tante band e sento di aver preso qualcosa da ognuno di loro per migliorarmi, e assemblato il tutto nel mio modo di suonare questo è il mio modo di montare la batteria, imparare una rullata, o qualunque altra cosa... il bello è che cii saranno sempre un'infinità di musicisti dai quali imparare.”
 
Intanto che i giovani amici e cofondatori degli Incubus trascorrevano i pomeriggi a fare le prove insieme, Josè ha proseguito gli studi alla Art Calabasas high, stesso percorso per Brandon e questo ha sicuramente apportato una grande creatività a più livelli, caratterizzando l'intera carriera della band. Ricordiamo che il batterista è l'autore del disegno che si trova impresso nel cd di 'Morning View' le due carpe koi, che sono anche tatuate in rosso sull'avambraccio destro di Brandon, e suoi anche altri tattoo dell'amico, ma non solo, ha eseguito numerosi disegni, t-shirts, merchandising  ed opere d'arte vere e proprie per la band durante tutti questi anni.
 
Il 1 Novembre 2012, ha debuttato la sua prima personale d'arte: “Abstract +Rhythm Landscapes” una collezione unica, che fonde musica e arte visiva.
Si tratta di opere ognuna delle quali rappresenta un paesaggio sonoro, dove in ritmo è trasferito su tela attraverso tecniche sofisticate che convertono i colpi  sulla batteria in colori e luci. Josè ha suonato lo strumento per circa 30- 60 secondi, al buio con delle luci applicate sulle bacchette e ciò che ne è risultato è stato poi completato con pittura a mano libera, apportando agli scatti un tocco originale e soprattutto molto personale. 
Le sue opere d'arte sono state messe in vendita, e l'artista ha fortemente voluto mantenere i prezzi accessibili il più possibile, proprio per far si che i fans e chiunque potesse accedere e far fronte alla spesa, era fondamentale per lui condividere questo aspetto di se stesso con il pubblico che da sempre lo apprezza e lo segue. In un paio di giorni i pezzi erano tutti sold out.
Pasillas dice: “Vorrei che le persone trovassero i miei lavori intriganti, tanto quanto la musica della nostra band che è sempre provocativa, che fa riflettere e pensare, che tocca l'animo, come l'effetto che i miei artisti preferiti hanno  avuto su di me”
 
Definitosi uno studente che non smetterà mai di indagare qualunque forma artistica, menziona tra i suoi artisti preferiti  Maxfield Parrish, o Alphonse Mucha e altri esponenti che hanno dato il via all'Art Nuveau dalla quale è molto attratto, oppure pionieri di Street Art come Hepard Fairey, Banksy, e Mike Giant. L'ispirazione gli viene molto anche dalla famiglia,  Josè oltre che ad essere uno dei batteristi più rispettati, versatili e poliedrici nel panorama musicale mondiale, è anche figlio, fratello e padre della piccola Frankie Rose, e le sue origini centro-americane vengono soprattutto alla luce nella sua arte visiva, l'amore per il colore, l'arte Pop, le stampe con immagini di fiori, persone, scritte, l' hanno sempre affascinato ed influenzato.
Per contro dice di non aver subito il fascino musicale spagnoleggiante, nonostante la madre ascoltasse molto quel genere di musica e le frequenti riunioni familiari finivano in lunghe feste e balli a carattere latino.
Piuttosto afferma di esse stato influenzato da Led Zeppelin, The Ramones, Prince, Police, Primus pop, rock, funk e un pò di tutto, e che questo si può sentire nel modo in cui suona i piatti, sicuramente è un musicista con un gran senso del colore e della dinamica, mantenendo il suo stile estremamente interessante e accattivante. Sicuramente Josè è un membro fondatore insostituibile, con la sua tecnica del tutto personale, ma che rende il sound degli Incubus intenso e unico.
 
Il resto è Incu-storia...

Segui Jose

Cerca nel sito

Segui Incubus Italia

Segui la Band

Seguici su Twitter

JSN Epic template designed by JoomlaShine.com